Del 30 Gennaio 2024 alle ore 21:27

Appuntamento venerdì 2 febbraio in Biblioteca

 

A Gubbio il Polo Liceale “G. Mazzatinti”, nell’ambito del Progetto Scientifico Nazionale coordinato da Pierfranco Bruni, ha programmato, per venerdì 2 Febbraio alle 17.30, un incontro su Alessandro Manzoni. Non si tratta soltanto della semplice presentazione del volume dedicato a Manzoni con le voci di 33 saggisti, edito sa Solfanelli, ma di una vera e propria riscoperta di un nostro grande classico della Letteratura con l’apertura ad altri ambiti artistici come la musica e la danza (con la partecipazione della Scuola di Danza Città di Gubbio e delle coreografie di Silvia Menichetti dallo spettacolo “I Promessi Sposi”). Gubbio e la Biblioteca Sperelliana sono state scelte per la tappa finale di questo progetto e questo è per noi motivo di grande orgoglio.

Il dato religioso è una chiave di lettura importante. Infatti c’è un filo che intreccia la fede al mistico. Sembra discutere di una stessa dimensione spirituale, in una visione in cui l’opera di Alessandro Manzoni resta un punto di riferimento nel contesto non solo dell’Ottocento. Sono “I Promessi Sposi” che incordonano la cristianità alla ritualità. Gli aspetti letterati, metafisici, storici sono dentro questo percorso. A Gubbio si discuterà proprio di tali aspetti. I lavori saranno aperti con i saluti istituzionali della Dirigente Scolastica del Liceo Mazzatinti Maria Marinangeli, del Sindaco di Gubbio Filippo Maria Stirati. Seguirà l’introduzione di Pierfranco Bruni, coordinatore del Progetto Manzoni 150 e presidente Commissione Capitale Italiana del Libro. Le relazioni saranno svolte da Pasquale Guerra dell’università di Perugia e da Arianna Angeli, Docente al Liceo Mazzatinti. Entrambi gli studiosi hanno partecipato alla realizzazione del volume su Manzoni 150 di Solfanelli.

Con questo incontro il rapporto tra scuola e Manzoni diventa ancora di più nevralgico. Il progetto Manzoni è riuscito a legare il mondo della scuola a livello nazionale con la ricerca e la promozione delle culture. Un modello strategico che è riuscito ad essere vincente unendo docenti, allievi e istituzioni. Il fatto che il progetto Manzoni abbia interessato gli organismi culturali italiani ed esteri è un dato fortemente positivo che apre ulteriore prospettive sil piano scientifico, metodologico e didattico. Il prossimo progetto coordinato e curato da Pierfranco Bruni sarà dedicato a Eleonora Duse nel centenario della morte. Il Liceo di Gubbio è una agenzia non solo scolastica, ma pienamente culturale che raccoglie tutto il viaggio manzoniano.

L’articolo A Gubbio con il Liceo Mazzatinti Manzoni è cultura comparata è già apparso su Il Corriere Nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.