Del 2 Febbraio 2024 alle ore 23:58

Il Lecce al termine di una partita “pazza” ha battuto la Fiorentina con il risultato di 3-2 al Via del mare. Sembravano destinati alla sconfitta i giallorossi, che sotto 2-1, nel recupero hanno ribaltato il risultato conquistando una vittoria pesantissima in chiave salvezza. Uno shock per la squadra di Italiano che sperava di prendersi il momentaneo 4° posto in classifica e rimanda l’appuntamento con i 3 punti in questo 2024

I salentini si erano illusi dopo un buon primo tempo, impreziosito dal vantaggio del francese direttamente su calcio di punizione. Conclusione perfetta dal limite quella di Oudin, dopo che il var aveva cancellato un rigore in favore dei padroni di casa con il fallo di Martinez Quarta su Almqvist avvenuto in realtà fuori area (curioso l’episodio con protagonista l’arbitro Giua, che ha tirato fuori il rosso invece del giallo facendo poi dietrofront). Due i legni giallorossi con Kaba (traversa) e Almqvist (palo).

Nel secondo tempo però ecco il ritorno della Fiorentina, che ha trovato il pareggio con una precisa conclusione di Mandragora, abile a coordinarsi dopo una respinta.

Il vantaggio della Viola è arrivato poi in modo rocambolesco, con il quinto gol in campionato di Beltran. L’attaccante ha avuto il merito di crederci e di andare a pressare Falcone, su un tentativo di costruzione dal basso.

Il portiere ha quasi “passato” la sfera all’avversario che ha intercettato la stessa deviandola in porta per la marcatura del 2-1. La Fiorentina ha provato a chiuderla ma il neoacquisto Belotti, subito gettato nella mischia dal mister Italiano ha trovato il terzo legno dell’incontro a dirgli di no. Sembrava fatta per i toscani che non hanno però fatto i conti con i cambi di D’Aversa.

In due minuti infatti nel recupero è cambiato tutto.

Prima Piccoli e poi Dorgu hanno regalato un’incredibile vittoria al Lecce gelando Italiano. Salentini che fanno un bel balzo in avanti in classifica portandosi a più 6 sulla zona retrocessione. Occasione persa per la Fiorentina che rischia ora di perdere ulteriore terreno dal quarto posto.

Il tabellino

LECCE (4-3-3): Falcone; Gendrey, Pongracic, Baschirotto, Gallo (75’ Dorgu); Kaba (75’ Gonzalez), Blin (cap.), Oudin (68’ Piccoli); Almqvist, Krstovic, Banda (78’ Sansone).

FIORENTINA (4-2-3-1): Terracciano; Faraoni, Martinez (46’ Milenkovic), Ranieri, Biraghi (cap.); Lopez, Duncan (46’ Mandragora); Sottil (60’ Nico Gonzalez), Beltran (78’ Parisi), Bonaventura (46’ Belotti); Nzola.

Marcatori: 17’ Oudin, 50’ Mandragora, 67’ Beltran, 90’ Piccoli, 90+2 Dorgu

Ammoniti: 15’ Martinez Quarta, 50’ Almqvist, 72’ Ranieri, 77’ Banda, 83’ Gendrey, 89’ Nico Gonzalez

Arbitro: Giua; assistenti: Mazzoleni e Di Monte; quarto ufficiale: Camplone

Var: Mazzoleni; assistente Var: Sozza

FONTE: fanpage.it

 

L’articolo Estasi Lecce, ribaltata la Fiorentina in 2′ nel recupero: Piccoli e Dorgu gelano Italiano è già apparso su Il Corriere Nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.