Del 7 Febbraio 2024 alle ore 18:44

di Antonio Simondi

Dopo un anno e 12 mesi di attesa ecco che ritorna il festival di Sanremo o il festival di Amadeus e si vede subito nei primi minuti. Il 74 esimo festival di Sanremo e della musica italiana si apre con la fanfara dei Carabinieri per poi iniziare con Mengoni co-conduttore della prima serata ed ecco l’arrivo di Amadeus accolto da una standing ovation, il festival è suo. Non c’è tempo da perdere e la serata inizia subito con i cantanti, tutti e 30 i cantanti in gara, la prima a salire è Clara. La serata va a ritmo di musica e la sorpresa della prima notte, ovvero l’ingresso inaspettato di Zlatan Ibrahimovic che sul palco vuole spodestare Amadeus.

Divertenti le gag sull’intelligenza artificiale dell’ amico di ama, Fiorello, anche il dopo Sanremo con Fiorello fuori dall’Ariston non delude chi non dorme la notte. Applausi per Mengoni in veste di cantante- conduttore, il merito del record di ascolti è anche suo. Tra musica e gag, non manca un momento triste e toccante, sul palco sale la mamma di Giovannbattista Cutolo, per gli amici  ucciso lo scorso agosto dopo che era intervenuto per mettere fine ad una lite per un parcheggio, perché morire a 24 anni? Perché?  Vicinanza alla madre di Giovanbattista e coraggio, il mondo deve cambiare. La musica prosegue nel ricordo, sale sul palco la campionessa di sci Federica Brignone che presenta Loredana Bertè,la sua canzone “pazza” verrà a fine serata premiata dalla sala stampa.

Dalla Bertè ai ricchi e poveri che fanno ballare, passando per la rivelazione Angelina Mango, la favorita Annalisa, la lunga notte senza polemiche com’era stato l’anno scorso, sicuramente in tanti ricorderete l’orribile scena di Blanco e i fiori e Mengoni ne fa ironia prendendo in giro anche il bacio scandalo tra Fedez e Rosa Chemical, si chiude con l’ultimo cantante in gara il Tre. Cosa dire delle canzoni, leggendo i giornali mai come gli scorsi anni si trovano tanti voti positivi, abbiamo ascoltato canzoni d’amore, “Sinceramente” di Annalisa, “Un ragazzo una ragazza” cantata dal gruppo The Kolors, canzoni con temi sociali e politici quella cantata da Ghali, i la Sad applausi per loro siamo giovani parliamo e ascoltiamoci e quella molto sentita  cantata da Dargen D’amico, onda alta è già una hit, basta guerre basta bombe. Canzoni moderne come “tuta gold” portata da Mahmood, il ritorno del dialetto con la musica napoletana di Geolier.

Si sono toccati dunque tanti temi e quel record di ascolti, Amadeus ha superato ancora una volta se stesso, con 65 percento di share e 10 milioni davanti la tv dice tanto. Vedremo le prossime serate se confermeranno i risultati  ma il 74 esimo festival è già nella storia.

Antonio Simondi

L’articolo “Sanremo: 3, 2, 1 … via” è già apparso su Il Corriere Nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.