<a href="https://www.corrierepl.it/" target="_blank" rel="noopener">Corriere di Puglia e Lucania</a>

CANOSA – Intenso è il programma organizzato in occasione dell’Appia Week 2024 che si propone di valorizzare la storia e l’archeologia del territorio attraverso una serie di iniziative di grande spessore culturale.

Il ricordo dell’avvenimento storico della Battaglia di Canne del 2 agosto 216 a.C., è centrale per l’evento che avrà luogo a Canosa, in Piazza Vittorio Veneto, domenica 16 giugno 2024.

Attraverso le attività storico-divulgative previste per l’evento “La Matrona Busa e la Canusium del III secolo a.C.” si vuole ricordare l’evento storico che vide i romani vinti dalle truppe cartaginesi, guidate da Annibale, e la Battaglia della seconda Guerra Punica durante la quale furono oltre 55.000 i soldati che vi persero la vita.

Le fonti scritte narrano che i soldati sopravvissuti, al loro rientro a Roma, portarono testimonianza della generosa Paulina Busa , matrona romana di Canusium che li accolse nella propria dimora, prestò loro soccorso, cibo, acqua, indumenti, denaro e tutte le cure mediche necessarie.
Le gesta della matrona furono riconosciute dal Senex ed elogiate da Tito Livio nel libro XXII dell’opera ”Ab urbe condita”.

L’evento storico sarà ricordato attraverso le attività di Brvndisivm Historica e Apulia Historica avranno luogo dalle ore 09.00 per tutta la mattinata; esso sarà curato dalle associazione Brvndisivm Historica APS-ETS di Brindisi e da Apulia Historica di Barletta.

Le associazioni rievocheranno il periodo attraverso ricostruzioni di arti, mestieri di vita civile e militare del periodo in cui visse la matrona Busa attraverso i banchetti didattico – divulgativi proposti:

Apicoltura: l’apiario in epoca romana
Armi ed armature: esposizione di armi ed armature del periodo considerato e guerrieri in armatura
Instrumenta Scriptoria: tipi di scrittura ed i supporti più comuni utilizzati all’epoca
Cosmesi e profumeria: pigmenti, resine, unguenti profumati ed i loro diversi usi in antichità , con esperienza sensoriale: si potranno sentire le profumazioni ricostruite seguendo le antiche ricette da fonti scritte.
Giochi per grandi e piccini: Ludus latrunculorum, duodecim scripta, tali, pupae e tintinnabula..i giochi più comuni all’epoca
Tessitura: la tessitura a tavolette ed altri supporti per creare accessori per l’abbigliamento dell’epoca
Medicus: strumenti chirurgici e medicamenti tra i più usati per curare anche le ferite in battaglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA ImageChange Image

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.